Statua-Filosofo

La Giornata Mondiale della Filosofia nasce nel 2002, e dal 2005 viene celebrata ogni terzo giovedì del mese di novembre.

La ricorrenza è nata per volontà dell’UNESCO, che ha definito la Filosofia come uno dei patrimoni immateriali dell’umanità.

La Filosofia, per definizione, è “un’attività di pensiero che attinge ciò che è costante e uniforme al di là del variare dei fenomeni, con l’ambizione di definire le strutture permanenti della realtà e di indicare norme universali di comportamento”.

Il termine deriva dal greco antico e significa letteralmente “amore per il sapere”.

Questa nobile arte esiste da tempo immemore e da secoli fa parte dell’uomo, probabilmente da quando l’uomo stesso ha iniziato a pensare coscientemente e di conseguenza a interrogarsi su ciò che lo circonda.

La sua origine, tuttavia, viene fatta risalire al VI secolo a.C., in Grecia, dove Socrate, Platone e Aristotele attraverso la retorica danno vita alla discussione filosofica intesa come critica della tradizione nei suoi aspetti religiosi, etici, giuridici, politici.

La Filosofia, quindi, è nata come arte oratoria per eccellenza, ovvero incentrata sul dibattito a livello orale.

Con l’avvento della tipografia e quindi della carta stampata verso la metà del XV secolo, tuttavia, questo è diventato il canale preferenziale attraverso il quale i grandi pensatori hanno iniziato a esporre le proprie teorie e proseguire il dibattito sui temi metafisici.

Molti dei più grandi filosofi, da Hobbes a Kant, da Voltaire a Heidegger, hanno enunciato le loro concezioni all’interno di volumi e testi scritti, che molti di noi hanno studiato a scuola e oggi qualcuno ancora possiede e rispolvera con curiosità in occasione di questi eventi.

Uno degli obiettivi della Giornata Mondiale della Filosofia è proprio questo: dare respiro e luce a questi testi di grande valore, che riescono a essere attuali anche centinaia di anni dopo la loro creazione.

Ma come sarebbe stato se i grandi pensatori del passato avessero avuto a disposizione i canali di comunicazione moderni, come ad esempio gli SMS?

Le risposte dei filosofi ai messaggi di SMS Marketing

I filosofi ci insegnano come spesso non servano fiumi di parole per esprimere concetti di qualità che possano aiutare gli altri a soddisfare un bisogno o una necessità personale.

Si può dire che la Filosofia e il Marketing abbiano in comune proprio questo assunto.

Come scrive Seth Godin, infatti: “il marketing è l’atto generoso di aiutare le persone a risolvere un problema.”

Uno dei settori in cui è essenziale saper inviare contenuti di grande valore concentrati in poco spazio, è sicuramente quello dell’SMS Marketing.

Gli SMS sono un potente canale di comunicazione utilizzato da migliaia di utenti in tutto il mondo.

Possiedono tra i più alti tassi di apertura (ben il 98%) e nella maggior parte dei casi vengono letti entro soli 3 minuti dalla consegna.

Il canale è ampiamente utilizzato in ambito B2C dalle aziende che desiderano entrare in contatto con i propri clienti sui loro dispositivi mobili, ottenendo risposte e interazioni rispetto a specifiche comunicazioni, non solamente commerciali.

Ma come risponderebbero i filosofi del passato ai moderni messaggi di SMS Marketing? Ecco come li abbiamo immaginati:

Omero (VIII secolo a.C.)

Omero-SMS

Seneca (4 a.C – 65 d.C)

Seneca-SMS

Friedrich Wilhelm Nietzsche (1844-1900)

Nietzche-SMS

Mahatma Gandhi (1869-1948)

Gandhi-SMS

Khalil Gibran (1883 – 1931)

Gibran-SMS

SMS Filosofici

Spesso, una delle osservazioni che viene solitamente rivolta agli SMS è che danno la possibilità di inviare messaggi di testo della lunghezza di “soli” 160 caratteri.

Ebbene, possiamo dimostrarti che questo non è un limite. Sembra incredibile, ma sono davvero tanti i contenuti di valore che possono essere condivisi via SMS.

E sono proprio i filosofi, veri protagonisti di questa giornata mondiale della Filosofia 2020, a dimostrarci come questi 160 caratteri possano essere resi unici e ricchi di significato.

Di seguito ti presentiamo le 20 citazioni più belle sulla filosofia, a prova di SMS:

1. La meraviglia è un sentimento assolutamente tipico del filosofo. La filosofia non ha altra origine che questa. (Socrate) – 114 caratteri

 

2. Il filosofo non è l’uomo che fornisce le vere risposte; è quello che pone le vere domande. (Claude Levi Strauss) – 93 caratteri

 

3. Tutte le altre scienze saranno più necessarie della filosofia, ma nessuna superiore. (Aristotele) – 87 caratteri

 

4. Si possono concepire i filosofi come persone che compiono sforzi estremi per sperimentare fino a che altezza l’uomo possa elevarsi. (Nietzsche) – 134 caratteri

 

5. Immaginate un universo saggio e filosofico: dovete ammettere che sarebbe terribilmente triste. (Voltaire) – 97 caratteri

 

6. Se un filosofo vi dà una risposta, non siete più in grado di capire nemmeno la domanda che avevate posto. (André Gide) – 109 caratteri

 

7. La domanda fondamentale della filosofia è la stessa di quella di un romanzo giallo: chi è il colpevole? (Umberto Eco) – 106 caratteri

 

8. La filosofia, al pari della medicina, dispone di molti farmaci, poche buone medicine e quasi nessun rimedio specifico. (Nicolas de Chamfort) – 121 caratteri

 

9. Le filosofie valgono ciò che valgono i filosofi. Più l’uomo è grande, più è vera la filosofia. (Albert Camus) – 97 caratteri

 

10. Filosofo si può solo diventare, non essere. Appena uno crede di esserlo, smette anche di diventarlo. (Friedrich Schlegel) – 104 caratteri

 

11. Vi sono in cielo e in terra, Orazio, assai più cose di quante ne sogna la tua filosofia. (William Shakespeare) – 92 caratteri

 

12. La Filosofia implica una mobilità libera del pensiero, è un atto creativo che dissolve le ideologie. (Martin Heidegger) – 103 caratteri

 

13. Se vuoi avere la vera libertà devi farti servo della filosofia. (Seneca) – 68 caratteri

 

14. Non c’è nulla di così assurdo che non esca dalla bocca di qualche filosofo. (Cicerone) – 79 caratteri

 

15. La filosofia insegna ad agire, non a parlare. (Seneca) – 50 caratteri

 

16. La filosofia non serve a nulla, dirai; ma sappi che proprio perché priva del legame di servitù è il sapere più nobile. (Aristotele) – 123 caratteri

 

17. Nell’amore della vera filosofia finisce ogni ansia e il folle desiderio.  (Epicuro) – 76 caratteri

 

18. Nessun uomo è mai stato un grande poeta, senza essere stato allo stesso tempo un grande filosofo. (Platone) – 102 caratteri

 

19. Si possono concepire i filosofi come persone che compiono sforzi estremi per sperimentare fino a che altezza l’uomo possa elevarsi. (Nietzsche) – 135 caratteri

 

20. L’unica cosa di cui abbiamo bisogni per diventare buoni filosofi è la capacità di stupirci. (Jostein Gaarder) – 95 caratteri

 

Hai scoperto come 160 caratteri possono essere sufficienti per inviare contenuti di grande valore, e messaggi unici e coinvolgenti.

Se vuoi esplorare tutte le altre potenzialità degli SMS e utilizzare questo strumento per rafforzare le relazioni con i tuoi clienti, scopri nostre le best practice e segui i consigli per ottenere il massimo da questo potente canale.