Conosciamo Davide Petrosilli

Davide Petrosilli, routing specialist in rdcom

Davide, raccontaci qualcosa di te. Ma dal momento che rdcom si occupa di mobile messaging, prova ad usare i 160 caratteri previsti da un SMS!   

Ciao, sono Davide! Un ragazzo creativo e abbastanza loquace che cerca sempre un modo per tenersi impegnato o imparare nuove cose.  

In cosa consiste il tuo lavoro? 

Io personalmente sono Routing Specialist e mi occupo di controllare la qualità delle rotte SMS e di indagare su eventuali problematiche che si presentano, per poi decidere come agire con il team. Un altro dei miei compiti è studiare le legislazioni dei vari Paesi e comprendere il loro “comportamento”.

Puoi spiegarci meglio? 

Non tutti i Paesi hanno le stesse regole di gestione degli SMS valide per l’Italia. Alcuni chiedono obbligatoriamente un mittente registrato, in alcuni posti è vietato inviare senza una licenza a causa dell’embargo, in altri Paesi ancora, come l’Africa ad esempio, il traffico si divide tra locale e internazionale e ognuna di queste due categorie ha le proprie “rotte”. Queste sono tutte sfaccettature che incidono direttamente sulla consegna degli SMS e ovviamente sui prezzi.

Le regolamentazioni dei vari Paesi possono riguardare anche il contenuto. Ad esempio, in Arabia Saudita sono vietati i messaggi a tema religioso, e sapevate che in Australia non è possibile inviare messaggi legati al gioco d’azzardo? Insomma, bisogna conoscere bene i Paesi di riferimento per poter inviare correttamente.

Com’è la regolamentazione degli SMS in Italia? 

Gli SMS in Italia sono un canale affidabile perché sono regolati da una legislazione di livello nazionale che tutela effettivamente l’utente finale. Per poter inviare SMS in Italia devi essere un operatore registrato tramite l’AGCOM, ovvero l’autorità garante per le comunicazioni. Quando un’azienda invia in italia deve registrare il proprio sender (o mittente) tramite questo ente. Questa registrazione permette di tutelare qualsiasi utente che riceva un SMS non consensato, in quanto tramite lamentela al proprio operatore questi può verificarne l’origine attraverso AGCOM.

Quali sono le competenze indispensabili che dovrebbe avere un Routing Specialist? 

Sicuramente non dev’essere una persona statica, ma dinamica e flessibile. Il mondo del Routing è continuamente in fermento e ogni giorno (o settimana) c’è qualche novità che ti obbliga a rivedere e rivalutare le attività. Inoltre, dovrebbe essere qualcuno sempre pronto a trovare una soluzione, ad essere proattivo e cercare di vedere oltre al problema. In qualche modo, a volte serve della creatività! Non si può sempre pensare dentro agli schemi, spesso la soluzione si trova facendo dei passaggi che la logica non aveva previsto.

Quali sono gli aspetti che più ti piacciono di questa attività? 

Uno degli aspetti più interessanti è scoprire il metodo di lavoro dei vari operatori di telefonia presenti nel mondo e interfacciarsi con loro. Anche scoprire alcune problematiche particolari e la loro risoluzione, mi fa capire a pieno cosa succede nel mondo degli SMS. È un mondo spesso sottovalutato!

Alcuni SMS, ad esempio gli OTP o i messaggi transazionali hanno un sistema di gestione e di consegna completamente diverso rispetto a un SMS promozionale o di marketing.   

Spesso non ci rendiamo conto del percorso che fa un SMS. Le persone ricevono un messaggio sul proprio smartphone e non pensano che quel messaggio forse è partito dall’Inghilterra per passare tramite aggregatori di altri Paesi fino ad arrivare in Italia, ed essere consegnato su quel numero di telefono. È un settore davvero molto interessante.

Come mai il Team Routing è così importante per una realtà come RDCOM? 

Grazie al nostro lavoro gli SMS vengono consegnati nel modo più efficiente possibile.

RDCOM offre una copertura globale, consegna cioè in tutto il mondo. Qual è il Paese più lontano a cui avete consegnato SMS? 

Probabilmente l’Australia!

Un cliente ti chiede: perchè dovrei affidarmi a RDCOM? Prova a rispondere come se non fossi un Routing Specialist!   

Perché c’è veramente una particolare attenzione all’utente e alle sue esigenze. Il cliente è sempre coccolato e – non dovremmo dirlo – ma non diciamo quasi mai di no! Inoltre il Rounting controlla severamente l’invio di tutte le campagne quindi i clienti possono sempre stare tranquilli.