L’automazione è uno degli strumenti più potenti dell’email marketing e offre diverse possibilità per far crescere la tua attività. Puoi pianificare serie di messaggi mirati partendo dalla segmentazione degli utenti del tuo database utilizzando filtri che ne individuano caratteristiche e interessi specifici. Combinare automazione e segmentazione è infatti il segreto per una strategia di marketing vincente.

L’automazione dell’email marketing è diventata indispensabile e rappresenta un’importante opportunità per aziende di diverse dimensioni e settori che desiderano coinvolgere il proprio pubblico, ottenere maggiori entrate e far crescere la propria attività.

Se combinata con un flusso di comunicazione via SMS poi non potrà che arricchire l’esperienza dell’utente. A seguito di un’email in cui promuovi un nuovo prodotto a prezzo di lancio e quindi un prezzo valido per un tempo limitato potresti ad esempio inviare un SMS che inviti ad andare a controllare la casella di posta elettronica e approfittare della tua nuova incredibile offerta.

 

La segmentazione del database

La piattaforma rdcom ti segue passo dopo passo nel processo di creazione delle tue campagne di email marketing: permette di segmentare il database scegliendo i filtri che più si adattano alle tue esigenze. In questo modo potrai assicurarti di inviare i contenuti giusti ai destinatari giusti, aumentando le probabilità di interazione.

Non ci sono limiti alla possibilità di segmentare ma è consigliabile perfezionare costantemente la segmentazione man mano che il database si arricchisce di informazioni e aumenta la conoscenza degli utenti. Nel tempo infatti comprenderai quali contenuti sono più graditi ai tuoi contatti, prenderai dimestichezza con le diverse funzionalità a tua disposizione e sarai in grado di creare newsletter sempre più mirate ed efficaci.

La piattaforma rdcom incontra le esigenze degli utenti più esperti ma il suo carattere intuitivo la rende adatta anche a chi è alle prime armi. Imparare a muoverti all’interno delle sue sezioni sarà semplicissimo!

 

Gli scopi della Marketing Automation

I flussi di automazione sono composti da azioni che rappresentano i diversi momenti di contatto all’interno del funnel di vendita. Il susseguirsi di tali azioni dipende sia dalle informazioni che abbiamo sui nostri destinatari sia dalle interazioni che registriamo man mano che comunichiamo con loro.

Essendo i punti di contatto vari è chiaro che anche gli obiettivi delle singole comunicazioni non sono sempre gli stessi e anzi il loro scopo deve essere ogni volta tenuto ben a mente; questo a partire dalla scelta o creazione del template cosi come dal linguaggio usato. Tra i diversi obiettivi, oltre al riscaldamento di un lead con contenuti personalizzati che aiutano a trasformarli in clienti soddisfatti, a promozioni stagionali, inviti ad eventi e reminder, vi sono anche le attività di up e cross selling e quelle di postvendita. Per rendere i tuoi clienti più vicini e fedeli la scelta di inviare un’email a seguito di un acquisto ad esempio è sicuramente un’attenzione non da tutti; e potresti anche pensare di aggiungere un breve sondaggio per sapere come sia stata la loro esperienza d’acquisto. Assicurati però che non sia troppo complicato o dispendioso in termini di tempo così da non rischiare di ribaltare l’impressione che il cliente si è fatto.

Up & Cross Sells

Inviare messaggi contestuali all’acquisto di un prodotto o servizio è ormai divenuta un’azione indispensabile per generare nuove entrate tenendo comunque conto degli interessi dei propri clienti.

Potresti ad esempio suggerire un prodotto da abbinare a quello acquistato fornendo anche delle informazioni aggiuntive su entrambi, sulle modalità o frequenza d’uso ad esempio. Dettagli che verranno sicuramente apprezzati e faranno sentire il cliente coccolato.

Se ti occupi di abbonamenti e uno dei clienti non ha ancora rinnovato potresti anticiparlo proponendo un pacchetto di valore superiore e presentandone i vantaggi. Potresti magari pensare ad una promozione dedicata per il primo periodo di upgrade.

Basandoti sulla cronologia degli acquisti potresti proporre nuove soluzioni o combinazioni di prodotti per incrementare le entrare. Si tratta di un’opportunità valida soprattutto per le piccole-medie imprese che desiderano di crescere ma anche per i brand più noti intenzionati a far conoscere le proprie novità.

Inviare una newsletter che presenti i nuovi articoli, pensati magari a completamento dell’ultimo acquisto dell’utente, non può che essere un ottimo modo per dare voce al proprio brand, raccontare un po’ di sé andando incontro agli interessi dei destinatari.

Un flusso e un contenuto ben pensati possono davvero fare la differenza sul rendimento delle tue campagne e, più in generale, della tua strategia di comunicazione.