Usare landing page per fare lead generation

Abbiamo parlato recentemente della Lead Generation, scoprendo insieme cos’è, perché è un’ottima strategia di marketing e quali sono le principali modalità tramite cui si possono acquisire nuovi clienti.
Analizziamo ora nel dettaglio uno di questi primari strumenti, le Landing Page, per chiarire meglio di cosa si tratta e capire come possono essere utilizzate al meglio per generare dei buoni lead.

 

Cos’è una Landing Page

Una Landing Page è una pagina web su cui gli utenti atterrano dopo aver cliccato su un annuncio, un post sponsorizzato o un risultato dei motori di ricerca. La peculiarità di queste pagine è che sono progettate specificatamente per attirare l’attenzione dei visitatori verso un prodotto o un servizio e raccogliere le loro informazioni di contatto.

Lo scopo della Landing Page, infatti, è attrarre sulla pagina gli utenti interessati a un determinato prodotto o servizio, fornirgli le indicazioni su come ottenerlo e portarli a compilare un modulo in cui rilasciare le proprie informazioni di contatto, generando così dei lead.

 

Perché usare una Landing Page

La Landing Page serve a raccogliere i dati dei tuoi utenti, per permetterti di creare o alimentare il tuo database. È uno strumento fondamentale, perché ti permette di trasformare dei visitatori anonimi in dei lead, e cioè dei potenziali acquirenti, ed è il punto di partenza con cui dare inizio al processo di conversione.
Dopo aver ottenuto le informazioni di contatto, infatti, puoi proseguire con il Lead Nurturing, nutrendo la relazione con il tuo potenziale cliente per cercare di finalizzare la vendita.

Per convincere più facilmente le persone a rilasciare i propri dati, una buona tecnica è quella di inserire nella Landing Page un Lead Magnet, un contenuto che viene offerto gratuitamente all’utente in cambio del permesso ad essere ricontattato, e quindi ad utilizzare le informazioni che rilascia per fini di marketing. I contenuti che si possono offrire sono vari, a titolo esemplificativo possiamo citare demo, guide, ebook, sconti, contest, ricerche, webinar e case study.

Esempio di landing page buono regalo

Courtesy of Europe Energy

 

Come creare una Landing Page perfetta

Ora che abbiamo approfondito il concetto di Landing Page e chiarito il perché è uno strumento indispensabile, è arrivato il momento di capire insieme come creare una pagina di atterraggio efficace. Ecco qui alcuni consigli:

  1. Focalizzati sul titolo
  2. Cattura subito l’attenzione
  3. Semplifica il form per il rilascio dei dati
  4. Usa CTA accattivanti
  5. Evidenzia la tua value proposition
  6. Sii coerente con la tua comunicazione
  7. Pensa con cura alla grafica
  8. Dai importanza agli elementi visivi
  9. Ottimizza la lettura su tutti i dispositivi

 

1. Focalizzati sul titolo

Il titolo è la prima cosa che viene letta quando si atterra su una Landing Page. È chiaro, quindi, quanto questo sia estremamente importante e non possa essere scritto frettolosamente e senza prestargli la dovuta attenzione. Un titolo efficace è in grado di catturare l’attenzione dell’utente ed è ciò che in primo luogo lo incoraggia a rimanere sulla pagina e leggere la tua offerta. Per questo è opportuno illustrare già nell’intestazione i benefici e i vantaggi del tuo prodotto/servizio e, possibilmente, anche invitare a compiere un’azione.

Esempio di langing page iscrizione a gruppo facebook

Courtesy of SOS WP

 

2. Cattura subito l’attenzione

La seconda cosa che cattura l’attenzione dei tuoi lettori è il testo della tua pagina, soprattutto la parte iniziale. Bisogna, quindi, far sì che il testo sia interessante e stimolante, in modo che il lettore sia esortato a proseguire con la lettura e sentirsi invitato a scoprire tutte le informazioni che gli stai trasmettendo. Veicola già dalle prime righe i concetti che ritieni fondamentali e cerca di spronare subito a compiere un’azione, che sia compilare il tuo form o anche solo proseguire con la lettura della pagina.

Esempio di landing page con download guida

Courtesy of MaxGuide

 

3. Semplifica il form per il rilascio dei dati

Abbiamo visto che l’obiettivo primario di una Landing Page è far sì che un utente compili il modulo di richiesta dei dati. Per questo motivo è fondamentale che questo sia chiaro, immediato e facile da compilare. È opportuno chiedere solo le informazioni davvero necessarie e utili, per evitare di far perdere troppo tempo o far sì che delle richieste troppo esplicite vengano interpretate come violazione della privacy e che ciò porti all’abbandono della pagina. Limitati a richiedere i dati principali (es. nome, cognome, indirizzo email, numero di telefono) e se hai bisogno di ulteriori dettagli, formula le domande in modo che sia possibile replicare tramite una risposta multipla, inserendo una tendina con le varie opzioni e facendo risparmiare tempo nella compilazione delle informazioni.

Esempio di landing page con richiesta preventivo

Courtesy of StufeapelletItalia

4. Usa CTA accattivanti

Una Landing Page realmente efficiente è quella che riesce a convincere un utente a compiere un’azione. E qual è il modo migliore per far sì che ciò accada? Sicuramente inserendo all’interno della pagina una Call To Action (CTA) che sia chiara e decisa, ma allo stesso tempo invitante. Puoi usare inviti come: inizia la prova gratuita, prenota una consulenza, scarica l’ebook, iscriviti alla newsletter, ecc.

Esempio di landing page per scaricare un coupon

Courtesy of Sartoria Cardona

 

5. Evidenza la tua value proposition

Le persone riescono a prendere più facilmente una decisione quando la loro possibilità di scelta è limitata. Per questo motivo è opportuno definire con chiarezza la tua value proposition, cioè i benefici che prometti di fornire ai tuoi potenziali clienti, capire qual è lo scopo della tua Landing Page e chiarire quale azione vuoi che compiano. Quando questi aspetti sono chiari nella tua mente, scegli un unico obiettivo per la tua pagina di destinazione, e progettala in modo che tutti i suoi elementi siano finalizzati a convincere i tuoi potenziali clienti a intraprendere quell’azione. Indirizzare l’attenzione verso un’azione ben precisa è il modo migliore per incrementare i tassi di conversione.

Esempio di landing page per ricevere un omaggio

Courtesy of Ottica Fios

6. Sii coerente con la tua comunicazione

Questo aspetto è particolarmente rilevante se la tua Landing Page verrà utilizzata per un annuncio a pagamento o unpost sponsorizzato. È fondamentale che la pagina rispecchi esattamente la parola chiave che hai utilizzato nelle tue campagne, altrimenti i tuoi potenziali clienti non troveranno consistenza tra la loro ricerca e il risultato da te fornito e abbandoneranno subito la pagina. È importante essere coerenti anche con il linguaggio e lo stile utilizzato, per dare maggiore continuità alla tua comunicazione.

 

7. Pensa con cura alla grafica

Fino ad ora abbiamo analizzato aspetti legati al contenuto della tua Landing Page. Ma un buon testo non può non essere accompagnato da uno stile e da una grafica altrettanto efficaci, per mantenere alto il livello di attenzione del lettore e finalizzare una conversione. È importante che l’utente sia in grado di identificare immediatamente il messaggio principale della pagina e che si senta invogliato a scoprire di più e a procedere subito con le azioni da te suggerite. Cerca di avere molto spazio bianco nella pagina, dai lo spazio necessario al testo su uno sfondo pulito e senza distrazioni. Accertati che il testo sia facilmente leggibile, non creare lunghi blocchi, ma suddividilo in diversi paragrafi con i rispettivi titoli, inserendo elementi visivi, elenchi puntati e pulsanti con le CTA. E non dimenticarti che lo stile della tua pagina di atterraggio deve essere coerente e in linea con il tuo brand.

Esempio di landing page per scaricare un'app

Courtesy of Radio Nerazzurra

8. Dai importanza agli elementi visivi

Un ulteriore strumento utile per trasmettere con chiarezza il tuo messaggio e rendere la tua Landing Page accattivante e interessante, è l’insieme di contenuti visivi che puoi inserire all’interno della pagina. Immagini e video, infatti, ti permettono di presentare la tua value proposition in un formato visivo che può essere più facile da capire per i tuoi potenziali clienti. Se la tua pagina è basata su un prodotto, puoi inserire un video esplicativo con i diversi casi d’uso, per farne comprendere le funzionalità e come questo può essere utile al business dei tuoi lettori. Per le pagine basate sui servizi, invece, puoi inserire le testimonianze dei clienti per dare maggiore credibilità e rilevanza ai tuoi contenuti.

Esempio di landing page con video

Courtesy of Nuovamacut

9. Ottimizza la lettura su tutti i dispositivi

Sembra scontato ma è bene ribadirlo anche in questa occasione. Nella progettazione della tua Landing Page non dimenticarti di tenere in considerazione anche i dispositivi mobile. Sappiamo che più della metà del traffico dei siti web è generato dai telefoni cellulari o dai tablet e per questo è importantissimo che le tue Landing Page abbiano un design responsive, che si adatti facilmente a qualsiasi tipo di dispositivo.

 

Creare una Landing Page perfetta e fare Lead Generation non sono due attività semplici e immediate. Con i consigli che ti abbiamo dato, però, sarai sicuramente in grado di ottimizzare le tue pagine di atterraggio e aumentarne il tasso di conversione.
Ricordati sempre di tenere in mente chi è il tuo pubblico di riferimento, quali sono i suoi bisogni e come puoi soddisfarli. Non dimenticarti di dare importanza al tuo messaggio, di inserire una Call To Action chiara e definita e di utilizzare un design accattivante.
Ora che sei pronto a partire, registrati gratuitamente alla nostra Piattaforma e inizia subito a testare il nostro editor drag & drop per creare in modo semplice, ma performante, le tue Landing Page.