rdcom-segmentazione-database-email-marketing

Nonostante il continuo sviluppo di nuovi canali digitali e touch-point virtuali nel settore della comunicazione tra brand e consumatori, l’email marketing rimane uno degli strumenti più efficaci per entrare in contatto con nuovi clienti e rafforzare la relazione con quelli esistenti.  

I trend riconoscono nel settore tassi di crescita costanti, e sono moltissime le aziende che in tutto il mondo si appoggiano a questo efficace canale.  

L’email marketing consente di interagire con il proprio target non solo per inviare proposte commerciali o pubblicitarie, ma anche per creare un vero e proprio racconto del valore aziendale.  

Tra i suoi molti vantaggi troviamo la capacità di aumentare i livelli di fedelizzazione, creare engagement, migliorare i risultati operativi e migliorare la brand awareness. 

Proprio per la sua capacità di portare valore alle aziende rdcom ha scelto di inserire questo canale nella sua Piattaforma Multicanale, uno strumento tutto in uno che – tra le altre cose – permette di creare e inviare campagne di email marketing a grandi database di clienti o a piccole liste selezionate.  

Cos’è un database clienti?

Un database è letteramente una “banca dati” che contiene tutti i contatti di un’azienda e le informazioni ad essi relative.  

Queste informazioni possono riguardare i contatti personali di un utente (numero di telefono, indirizzo email, località di residenza) oppure caratteristiche generali quali il sesso, l’età, il settore di lavoro, gli interessi. 

Per avere un database di qualità e operare nella legalità secondo le norme previste dal GDPR, tutti i contatti inseriti devono avere preventivamente espresso la loro volontà nel ricevere comunicazioni da parte del brand.  

Il permesso di inviare comunicazioni fa sì che un’azienda possieda un database composto solamente da persone interessate alle sue comunicazioni, e che quindi facilmente interagiranno con esse.  

Questo fattore è da tenere particolarmente in considerazione anche quando un database non viene creato da contatti interni all’azienda ma acquistato da terze parti.  

In questo caso, si parla di Email Advertising 

Avere un database clienti di buona qualità e gestito correttamente è essenziale per avere successo nel mondo dell’email marketing.  

Vediamo insieme il perchè. 

Quali sono i vantaggi di segmentare il proprio database?

La segmentazione del proprio database di clienti è un passaggio essenziale nella costruzione di un sistema di newslettering efficace e performante.  

Segmentare un database significa suddividere i contatti contenuti al suo interno secondo criteri prestabiliti e coerenti, denominati “campi”, che li raggruppano in sotto-insiemi simili per determinate caratteristiche.  

I vantaggi di investire del tempo in questa azione sono davvero consistenti:  

Aumento dell’engagement

I clienti interagiscono con i contenuti per cui sono interessati, ed è chiaro che uno stesso contenuto non può interessare allo stesso modo tutte le decine e centinia di contatti all’interno di un database. 

Segmentare i destinatari delle tue campagne di email marketing ti permette di ottenere cluster specifici a cui inviare tipologie di contenuti simili, e ottenere così la massima interazione dalle tue comunicazioni.  

Tassi di apertura elevati

Individuando segmenti simili di clienti sarai in grado di offrire a ognuno di essi contenuti personalizzati.   

Segmentare ti permette ipoteticamente di inviare a ogni destinatario il contenuto più adatto a lui. 

Più i tuoi utenti riceveranno messaggi mirati e personalizzati, più le tue campagne di email marketing avranno tassi di apertura elevati.  

Ad esempio, all’interno del tuo database puoi individuare i gruppi di contatti che non hanno aperto una specifica campagna e inviare loro un contenuto mirato e personalizzato per aumentare le possibilità che venga letta.  

Maggiori risultati operativi

Suddividendo il tuo database clienti potrai scoprire quali sono i segmenti che danno maggiori risultati in termini di vendite e quelli che invece sono meno attivi nella relazione con il tuo brand. 

Queste informazioni ti aiuteranno ad agire con azioni di marketing specificheperseguendo obiettivi di fidelizzazione con i clienti più propensi all’acquisto e volte ad aumentare l’interazione verso coloro che risultano meno interessati.  

Puoi anche pensare di inviare offerte premium ai clienti più fedeli, quelli che fanno parte del tuo database da più tempo, e scontistiche più orientate a stimolare piccoli acquisti per i contatti più recenti.  

Queste strategie ti aiuteranno ad ottenere risultati maggiori in termine di vendite e migliorare il tuo ritorno sugli investimenti.  

Facilita l’invio di email automatiche

Segmentare il tuo database è un passaggio che semplifica notevolemente l’utilizzo di automazioni, ovvero email programmate con anticipo che vengono inviate al verificarsi di determinati eventi come compleanni, acquisti interrotti su piattaforme e-commerce oppure serie di benvenuto per l’iscrizione a determinati servizi.  

Creando all’interno del tuo database segmenti ben identificati sarà molto più facile e veloce impostare le automazioni, perchè basterà identificare il cluster di riferimento per dare vita a una specifica azione di marketing.  

Come segmentare il database sulla Piattaforma Multicanale?

La Piattaforma Multicanale rdcom è uno strumento pensato per permettere alle aziende di costruire una comunicazione multicanale integrata capace di portare risultati reali al proprio business. 

Una delle funzionalità della piattaforma, come abbiamo detto, è quella di creare e inviare campagne di email marketing a piccoli o grandi database.  

Inoltre, offre la possibilità di segmentare il database in modo facile, veloce e intuitivo, permettendoti non solo di migliorare le prestazioni delle tue email ma anche di risparmiare tempo operativo che avresti dovuto altrimenti impiegare con una segmentazione manuale.  

La Piattaforma Multicanale ti permette di segmentare il tuo database “reale” (quello importato dai tuoi dispositivi) e di creare liste “virtuali”, accomunate da criteri comuni.  

Esistono poi le liste “congelate”, composte da contatti temporaneamente esclusi dai destinatari delle campagne perché ritenuti non sicuri o non in possesso dei requisiti necessari per la protezione dei dati.

Piattaforma rdcom - Liste

Ecco alcuni dei criteri in base ai quali puoi segmentare il tuo database di email marketing sulla Piattaforma Multicanale rdcom: 

1. Demografia

La demografia è, per definizione, lo “studio dei fenomeni che si riferiscono alla popolazione e in particolare alla sua determinazione statica e all’analisi della sua evoluzione”. 

Tra i principali criteri demografici che vengono presi in considerazione per segmentare un database di clienti troviamo ad esempio: età, sesso, reddito, titolo di studio, livello di istruzione e numero di componenti della famiglia. 

Sono tra i criteri più ampiamente utilizzati perchè si basano su informazioni facilmente reperibili dei consumatori, e permettono una segmentazione efficace soprattutto in determinate tipologie di settori.  

Pensiamo all’abbigliamento: tra le segmentazioni più comuni utilizzate dai brand di questo settore troviamo sicuramente il genere (uomo/donna/unisex) o la fascia d’età (neonato/bambino/adulto).  

2. Posizione geografica

Segmentare i tuoi contatti sulla base della posizione geografica per le tue campagne di email marketing ti permette di fare azioni molto concrete e mirate sul territorio. 

Pensa al caso dell’apertura di un nuovo punto vendita in una determinata città.  

Inviando la relativa campagna di email marketing a tutto il database, l’informazione verrà recapitata anche a coloro che vivono distanti dal luogo in cui si svolgerà l’evento di apertura o in cui comunque sarà possibile acquistare fisicamente.  

I contatti non interessati a questa comunicazione potrebbero semplicemente non aprire l’email, ma nel peggiore dei casi potrebbero anche scegliere di disiscriversi dal tuo servizio di newsletter. 

Viceversa, inviando la campagna ad una lista segmentata di destinatari che abitano nelle vicinante del nuovo store ottimizzerai gli sforzi, i tempi, e sicuramente i risultati.   

3. Coinvolgimento email precedenti

Segmentare i tuoi contatti sulla base del grado di interazione che hanno avuto le tue precedenti campagne di email marketing è un ottima strategia.  

Innanzitutto per avere un’idea dell’andamento delle tue campagne (che potrai poi approfondire nella sezione statistiche) e in secondo luogo per inviare messaggi personalizzati.  

Puoi scegliere di inviare una seconda email a coloro che non hanno aperto la tua comunicazione chiedendo magari in modo simpatico il motivo nell’oggetto, ad esempio: “Ehi, che succede?” oppure “Ciao, ti disturbo?”. 

Di nuovo, ai contatti che in base alla segmentazione risultano aver letto la tua email e cliccato su un link specifico, puoi inviare un messaggio di approfondimento e inviare magari una proposta commerciale più esplicita.

Piattaforma rdcom: come aggiungere una nuova lista

4. Acquisti passati

Anche gli acquisti passati sono un ottimo criterio di segmentazione del database.  

Se ad esempio identifichi all’interno del tuo database un segmento di target che in precedenza ha effettuato acquisti simili sulla tua piattaforma e-commerce, puoi scegliere di inviare a quei contatti email di up o cross-selling proponendo tipologie di prodotti affini.   

5. Posizione nel funnel di vendita

I tuoi destinatari conoscono bene il tuo brand o si sono iscritti da poco ai tuoi canali?  

Sono entrati in contatto con la tua azienda perchè sono davvero interessati a fare un acquisto o perchè vogliono saperne di più rispetto ai tuoi servizi? 

La risposta a queste semplici domande ha a che fare con la posizione che il destinatario delle tue email occupa nel cosiddetto funnel di vendita, ovvero uno schema teorico che rappresenta lo stato d’animo del consumatore in ogni fase che precede l’acquisto.  

Ognuna di queste fasi è caratterizzata da un diverso bisogno di informazioni da soddisfare.  

Segmentare i tuoi clienti sulla base di questo criterio ti permette di inviare a ogni tipologia di cliente il giusto messaggio.  

Per coloro che rientrano in una fase di awarness, ad esempio, sarà preferibile inviare email con contenuti informativi e schede tecniche con le caratteristiche specifiche dei prodotti, mentre in una fase di decision sarà adeguata una proposta commerciale con l’offerta di valore.   

 

Se sei arrivato alla fine, significa che sei davvero interessato a segmentare in modo efficace il database per le tue campagne di email marketing 

Per iniziare a farlo, applicando i nostri consigli, non ti resta che registrarti gratuitamente sulla Piattaforma Multicanale rdcom oppure contattaci per scoprire tutte le altre potenzialità dei nostri servizi di business messaging.