scritta Facebook

Nato nel 2004, il colosso di Mark Zuckerberg è arrivato al compimento del suo diciassettesimo anno di vita. Nonostante continuino ad emergere nuovi social network e che l’interesse, soprattutto delle ultime generazioni, si stia spostando sempre di più verso social e piattaforme in cui predominano video e immagini, come TikTok e Twitch, il primato di Facebook rimane invariato. Sebbene Google Trends mostri come l’interesse per il famosissimo social stia calando, le statistiche confermano che, attualmente, è il social con il maggior numero di utenti attivi in Italia.

Per questo motivo, se vogliamo pensare a una strategia di comunicazione ampia e multicanale, che vada ad intercettare tutti i touchpoint attraverso i quali gli utenti entrano in contatto con il nostro brand o la nostra azienda, non possiamo non prendere in considerazione Facebook.

A prima vista l’email marketing e Facebook possono sembrare due canali molto distanti tra loro, di difficile integrazione e con pochi punti in comune. Ma non è così! Questi due strumenti sono in grado di portare benefici diversi al tuo business e possono funzionare molto bene se combinati tra di loro nel modo giusto.

Il principale vantaggio di Facebook è la sua capacità di raggiungere migliaia di utenti contemporaneamente, attraverso un’accurata targettizzazione. Questo significa che puoi trovare nuovi clienti, potenzialmente interessati al tuo brand o alla tua attività, a cui presentare i tuoi prodotti o servizi. Ed è nel momento in cui vuoi convertire questi utenti in clienti che entra in gioco l’email marketing. Se Facebook, infatti, è un ottimo strumento per fare lead generation, farti conoscere da nuove persone e incrementare la tua mailing list, sono le email che ti permettono di avere una comunicazione più personale e diretta con ogni destinatario e ottenere delle conversioni. È noto, infatti, che l’email marketing è uno dei migliori mezzi per ottenere il ROI più alto in una strategia di marketing online.

Perché è utile integrare l’email marketing con Facebook?

Alcuni studi di Facebook hanno rilevato che se gli utenti che ricevono una newsletter vedono poi un’inserzione relativa allo stesso prodotto o servizio, c’è il 22% di possibilità in più che finalizzino l’acquisto. Inoltre, le inserzioni di Facebook estendono la copertura delle campagne email del 77%. È quindi importante utilizzare entrambi gli strumenti per rafforzare la portata della propria comunicazione e raggiungere gli utenti su tutti i canali disponibili.

Infografica sull’integrazione tra l’email marketing e Facebook

I principali vantaggi dati dall’integrazione dell’email marketing con Facebook sono:

  • Maggiore visibilità per i contenuti delle tue newsletter
  • Possibilità di fare lead generation e acquisire nuovi contatti per popolare la propria mailing list
  • Promozione della pagina Facebook e aumento del numero di fan
  • Attività di retargeting accurato per incrementare le possibilità di conversione

Come integrare l’email marketing con Facebook?

Dopo aver analizzato perché è utile integrare l’email marketing con Facebook e quali sono i vantaggi che derivano dall’uso simultaneo di questi canali, è giunto il momento di capire in che modo questo può essere fatto. Vediamo insieme alcune delle principali modalità di integrazione:

  1. Inserisci le icone social all’interno delle email
  2. Includi la tab per l’iscrizione alla newsletter sulla tua pagina
  3. Invia una newsletter per promuovere le iscrizioni alla tua pagina
  4. Condividi la newsletter su Facebook
  5. Carica la tua mailing list su Facebook
  6. Fai lead generation tramite le inserzioni
  7. Testa gli oggetti delle mail su Facebook e viceversa
  8. Includi nelle tue email le recensioni ricevute su Facebook

1. Inserisci le icone social all’interno delle email

Includere all’interno delle email i bottoni dei social network è un’ottima strategia per creare un collegamento rapido e diretto con le pagine aziendali. Attraverso un semplice click, infatti, i lettori sono automaticamente reindirizzati ai social che vuoi promuovere. Tutte le moderne piattaforme di email marketing offrono la possibilità di inserire all’interno delle proprie comunicazioni questi bottoni. Sulla Piattaforma rdcom, ad esempio, è disponibile un pratico editor drag & drop che consente di includere, nella posizione desiderata, le icone dei social utilizzati.

Esempio newsletter Zara Home

Credits to Zara Home

Grazie alle statistiche e, in particolare, alla mappa dei click è possibile tracciare e analizzare gli utenti che cliccano sulle icone inserite. Questo permette di osservare i comportamenti dei lettori delle email e capire meglio i loro interessi.

 

Esempio dei click sulle icone social in un’email

 

Oltre ad includere i pulsanti per raggiungere le tue pagine social, nelle newsletter puoi anche inserire dei bottoni o dei collegamenti testuali che permettono ai tuoi lettori di condividere la tua comunicazione sui propri social oppure inoltrarla ai propri contatti. Questo è un ottimo modo per incrementare la visibilità delle tue email e sfruttare il passaparola dei tuoi lettori.

Esempio newsletter de Il Post

Credits to Il Post

2. Includi la tab per l’iscrizione alla newsletter sulla tua pagina

Così come le email possono includere pulsanti che rimandano ai social, anche la tua pagina Facebook ti permette di aggiungere una tab dedicata alle sottoscrizioni alla newsletter. È importante aggiungere questa personalizzazione perché rende consapevoli i tuoi fan dell’esistenza della tua newsletter, permettendoti di incrementare le iscrizioni alla tua mailing list e la visibilità delle tue comunicazioni.

Esempio tab pagina Facebook di Zalando

Credits to Zalando

3. Invia una newsletter per promuovere le iscrizioni alla tua pagina

Qualora avessi appena aperto la tua pagina Facebook o volessi aumentarne il numero dei fan, puoi decidere di inviare una newsletter atta a invogliare i tuoi lettori a seguirti anche sui social. L’email può essere completamente dedicata alla promozione delle tue pagine, come nell’esempio sottostante, oppure può essere più di carattere generale e includere un box o una sezione dedicata.

Esempio newsletter Avon

Credits to Avon

4. Condividi la newsletter su Facebook

Un altro modo per integrare le email con Facebook è quello di condividere le newsletter sulla tua pagina social. In questo modo aumenterai la visibilità delle tue comunicazioni, rendendole visibili anche a chi non è iscritto alla tua mailing list, e incentivando le iscrizioni per non perdersi le comunicazioni successive. Condividendo su Facebook il link fornito dalla Piattaforma Multicanale rdcom sarai poi in grado di accedere alle statistiche relative alle letture e ai click provenienti dai social, per verificare in modo più accurato e preciso l’interesse dei tuoi fan.

Esempio di statistiche sulla condivisione social di rdcom

 

5. Carica la tua mailing list su Facebook

Caricare la propria mailing list sull’account di Facebook è una mossa strategica per sincronizzare i contatti e inviare comunicazioni efficaci. Tramite Facebook è possibile segmentare il proprio database creando pubblici differenti ai quali poter indirizzare comunicazioni diverse, migliorando le performance delle inserzioni. Tra le varie possibilità, ci sono due tipi di pubblico che sono particolarmente rilevanti per questo scopo:

  • Pubblico personalizzato

Questo tipo di pubblico include tutti le persone iscritte a Facebook con un’email identica a quella presente nella tua mailing list. Profilare i tuoi destinatari in questo segmento è il modo più semplice ed efficace per fare retargeting, cioè raggiungere nuovamente gli utenti già esposti al tuo marketing e aumentare notevolmente le possibilità di conversione. Visualizzare inserzioni personalizzate, basate sulle proprie azioni, rende, infatti, i tuoi iscritti molto più ricettivi e interessati ai contenuti mostrati.

  • Pubblico simile

Sincronizzare la tua mailing list permette a Facebook di creare anche pubblici simili, cioè persone che condividano comportamenti e interessi simili a quelli dei contatti importati. Questo ti permette di espandere il tuo raggio d’azione e di raggiungere nuovi potenziali clienti e futuri sottoscrittori della tua newsletter, non mostrando le tue inserzioni a un vasto pubblico indistinto, ma rivolgendoti direttamente a persone potenzialmente interessate ai tuoi contenuti.

Esempio di pubblico di Facebook

6. Fai lead generation tramite le inserzioni

Se il tuo obiettivo è l’acquisizione di nuovi contatti per incrementare la tua mailing list, Facebook è l’alleato perfetto per le attività di lead generation. Con il suo incredibile numero di iscritti e le molteplici possibilità di segmentazione, ti permette di raggiungere un vasto pubblico di utenti potenzialmente interessati ai tuoi contenuti. Puoi creare delle inserzioni mirate alla sottoscrizione della tua newsletter oppure dei post sponsorizzati più generici volti alla richiesta di informazioni in merito ai tuoi prodotti o servizi. Non dimenticarti che le call to action delle inserzioni indirizzano sempre gli utenti su una landing page che gli permetterà di avere più informazioni in merito al post appena visualizzato. Per questo è importante dedicare la giusta attenzione alla creazione delle pagine di destinazione, che devono essere sufficientemente stimolanti da invogliare il pubblico a compiere l’azione da te desiderata.

esempio inserzione facebook switcho

Credits to Switcho

7. Testa gli oggetti delle mail su Facebook e viceversa

In una precedente analisi abbiamo visto l’importanza dell’oggetto quando si invia una newsletter. Non a caso, infatti, l’oggetto è uno degli elementi che viene testato maggiormente da chi si occupa di email marketing perché è il principale responsabile dell’apertura, e di conseguenza del successo, di una campagna email. Oltre a fare i classici A/B test con le email, puoi avvalerti dei post di Facebook per testare gli oggetti e vedere le reazioni del tuo pubblico. Allo stesso modo, alcuni oggetti particolarmente accattivanti ed apprezzati dai tuoi destinatari, potrebbero trasformarsi in post di successo su Facebook.

8. Includi nelle tue email le recensioni ricevute su Facebook

Per quanto possano essere accattivanti e ben strutturate le testimonianze delle celebrità o degli influencer, la maggior parte delle persone preferisce scegliere un prodotto in base ai feedback e alle recensioni lasciate da altri consumatori come lui. La tua pagina Facebook è il luogo perfetto per raccogliere le testimonianze dei tuoi clienti in merito ai tuoi prodotti o servizi. Questo contenuto generato dagli utenti rappresenta del prezioso materiale che potrà poi essere condiviso attraverso la tua newsletter per aiutarti a promuovere il tuo brand senza sembrare troppo “commerciale”.

Esempio newsletter Hello Body

Credits to Hello Body

Se, fino ad ora, non hai ancora integrato Facebook con le tue campagne di email marketing è il momento giusto per iniziare! Segui i nostri suggerimenti e riuscirai a dare maggiore visibilità ai contenuti delle tue newsletter, acquisire nuovi contatti per la tua mailing list e incrementare il numero dei fan della tua pagina.

Registrati oggi per creare il tuo account GRATUITO sulla Piattaforma Multicanale rdcom, avrai a disposizione 250 email gratis al giorno e tutte le funzionalità descritte in questo articolo per l’inserimento dei bottoni social nelle tue email, la condivisione delle newsletter su Facebook e le statistiche relative.