La pandemia del Coronavirus ha colpito diversi settori, attività commerciali di piccole dimensioni così come i brand più conosciuti sono stati costretti ad affrontare una situazione nuova ed improvvisa. Per poter far fronte allo scompiglio causato dal COVID-19, molti brand hanno dovuto infatti rivedere le loro mosse, cancellare le proprie campagne promozionali per essere vicini ai propri clienti in modo diverso, offrendo assistenza continua, tentando di risolvere dubbi e, naturalmente, comunicando le misure adottate in termini di sicurezza ed igiene sul posto di lavoro.

Il modello di consumo dei clienti è cambiato da un momento all’altro e i responsabili di marketing hanno dovuto rivedere i propri obiettivi, per lo meno nel breve/medio periodo. Ed ora? Come dobbiamo muoverci?

 

Ascolta gli utenti e osserva il loro comportamento online

Anche i clienti, da parte loro, si sono dovuti adattare ad una nuova realtà. Le abitudini d’acquisto sono improvvisamente cambiate così come la percezione dei brand. Secondo uno studio realizzato a livello mondiale, il Edelman Trust Barometer 2020, il 65% degli utenti si baserà anche sulla risposta alla pandemia per scegliere un brand piuttosto che un altro in futuro. Sembra anzi che un consumatore su tre stia già selezionando ed escludendo dalla propria considerazione quei brand che non hanno dedicato abbastanza attenzione allo stato attuale continuando magari ad inviare messaggi fuoriluogo. La realtà potrebbe quindi rivelarsi amara per tutte quelle aziende che stanno ignorando i bisogni del proprio pubblico.

La creazione di contenuti utili per i propri contatti è fondamentale per una strategia di marketing che possa davvero portare risultati. Oggi più che mai le aziende devono mostrate la loro sensibilità, adattando i messaggi al nuovo contesto. Un esempio ce lo mostra lo studio condotto da Pattern89: da un’analisi dell’attività di 1100 brand sui social media, si nota come le immagini e i video che mostrano vicinanza fisica tra persone sia diminuito del 27%.

La creazione di campagne e contenuti online deve tenere in conto del fatto che lo scenario attuale si prolunghi, portando con sè altri cambiamenti nel comportamento degli utenti online. Sicuramente le persone si aspettano un brand capace di provare empatia e che offra valore così come dialoghi autentici caratterizzato da un linguaggio umano.

L’ascolto del pubblico e l’osservazione attenta dei cambiamenti si rivela fondamentale per affrontare questa nuova realtà.

 

Monitora i risultati

La sezione statistiche della piattaforma rdcom è lo strumento perfetto per studiare la reazione dei contatti ai tuoi messaggi e diventa ancor più utile ora per rilevare le dinamiche emerse dalla recente situazione. È importante infatti monitorare l’influenza di questi mesi di lockdown. Le informazioni ricavate da un’attenta analisi permetteranno di costruire una nuova strategia comunicativa e prepararsi alla sfida post COVID-19.

I dati ricavati dalle nostre attività sono una fonte importante di informazioni utili; in base alle interazioni e agli interessi mostrati dai lettori potrai creare nuove newsletter, mirate ed efficaci. Potrai ad esempio decidere di inviare un nuovo messaggio a chi non ha letto la tua prima email, facendola seguire da un SMS magari. Oppure se sei alla ricerca di un traffico maggiore sulle tue pagine web potrai invitare chi a visitato il tuo sito a fare lo stesso anche con i social media.

 

Trova le opportunità

L’eCommerce, che ha modificato le abitudini di acquisto dei consumatori, potrebbe certo costituire una nuova carta da giocare per i settori merceologici colpiti e non solo. L’opportunità di sfruttare la vendita online per ammortizzare il colpo non può che essere presa in considerazione, se non già stata colta. In ogni caso la situazione richiede tempestività nelle decisioni.

Al cambiare della situazione in realtà, tutta la strategia deve essere ripensata. Ma con una prospettiva positiva possiamo guardare a questo momento come ad un’opportunità per migliorare, per rivedere aspetti delle nostre attività che presi dalla quotidianità ci sembrava di non aver tempo di controllare a fondo. L’aver rallentato può dunque essere un buono stimolo per rimboccarsi le macchine e ripartire con una strategia di marketing ancora più solida.

E’ importante quindi pianificare la giusta comunicazione e studiare una strategia di marketing integrata, facendosi sentire su tutti i canali a nostra disposizione: Email, SMS, blog e social media.