Padroneggiare l’Email Deliverability: 10 best practice

email_deliverability_best_practices_rdcom

Nel complicato mondo del marketing via email, il successo non è misurato solo dalla creazione di contenuti accattivanti o dalla progettazione di campagne visivamente accattivanti. Un fattore critico che spesso distingue il trionfo dalla mediocrità è l’elusivo concetto di “Consegnabilità delle Email”. In qualità di Email Deliverability experts, la nostra missione è guidarti attraverso il labirinto delle intricate sfumature tecniche e svelare le migliori pratiche che possono elevare le tue campagne email a nuove vette. Unisciti a noi in questo viaggio mentre approfondiamo il mondo del posizionamento nella casella di posta, della reputazione del mittente e dei molteplici fattori che contribuiscono a una impeccabile Consegnabilità delle Email.

Comprendere del Contesto

L’Email Deliverability, in sostanza, è la capacità di garantire che le tue email raggiungano le caselle di posta dei destinatari previsti. È una disciplina complessa che richiede una profonda comprensione delle sottili sfumature tecniche, degli algoritmi degli ISP e del comportamento degli utenti. Iniziamo sezionando i componenti chiave che influenzano l’Email Deliverability:

  1. Sender (Mittente) Reputation:
    • La tua reputazione come mittente è la pietra angolare dell’Email Deliverability. Gli ISP valutano l’affidabilità del tuo dominio mittente e dell’indirizzo IP in base a fattori come le segnalazioni di spam, i tassi di rimbalzo e le metriche di coinvolgimento.
    • L’implementazione di protocolli di autenticazione adeguati come SPF, DKIM e DMARC contribuisce a costruire e mantenere una reputazione positiva del mittente.
  2. Qualità e Coinvolgimento della Lista:
    • Mantenere una lista di sottoscrizioni pulita e coinvolta è fondamentale. Rimuovi regolarmente contatti inattivi o disinteressati per migliorare la tua credibilità come mittente.
    • Consegnare regolarmente contenuti che risuonino con il tuo pubblico incoraggia l’engagement positivo, una metrica chiave agli occhi degli ISP.
  3. Contenuto e Design
    • Creare email che siano non solo visivamente accattivanti ma che rispettino anche le migliori pratiche è cruciale. Evita elementi che possono attivare i filtri anti-spam, bilancia il rapporto testo-immagine e ottimizza il codice HTML per la visualizzazione su dispositivi diversi.
    • Stai attento all’uso eccessivo di punteggiatura, linee dell’oggetto completamente in maiuscolo e altri segnali che potrebbero attivare i filtri anti-spam.
  4. Ottimizzazione dell’Infrastruttura:
    • La tua infrastruttura email gioca un ruolo chiave. Monitora e ottimizza regolarmente le configurazioni del server, implementa feedback loop e resta informato sugli standard del settore per garantire un ambiente di invio senza intoppi.
    • Utilizza indirizzi IP dedicati per un maggiore controllo e gestione della reputazione, specialmente se il tuo volume di invio è considerevole.
  5. Conformità alle Normative:
    • Conformarsi alle normative globali sulla posta elettronica, come CAN-SPAM e GDPR, non è solo un requisito legale ma un fattore critico per costruire fiducia con gli ISP e gli abbonati.
    • Fornisci chiari meccanismi di opt-in/opt-out, rispetta prontamente le richieste di disiscrizione e assicurati di trasparenza nella raccolta e nell’uso dei dati.

10 Best Practice efficaci

email_deliverability_check_bounce_intouch_multichannel_platform
Gestione dei Bounce sulla Piattaforma Multicanale inTouch

Ora che abbiamo stabilito gli aspetti fondamentali della Consegnabilità delle Email, approfondiamo le migliori pratiche che possono posizionarti come maestro nell’arte del posizionamento nella casella di posta:

  1. Protocolli di Autenticazione:
    • Implementa SPF (Sender Policy Framework), DKIM (DomainKeys Identified Mail) e DMARC (Domain-based Message Authentication, Reporting, and Conformance) per autenticare le tue email.
    • Questi protocolli non solo migliorano la tua reputazione come mittente, ma proteggono anche il tuo marchio da tentativi di phishing e spoofing email.
  2. Igiene della Lista:
    • Pulisci regolarmente le tue liste email per rimuovere indirizzi email non validi o inattivi. Implementa un processo di doppio opt-in per assicurarti che gli abbonati desiderino effettivamente ricevere le tue email.
    • Monitora i tassi di rimbalzo, le richieste di disiscrizione e le segnalazioni di spam per identificare e affrontare tempestivamente potenziali problemi.
  3. Monitoraggio dell’Engagement:
    • Sfrutta le metriche di coinvolgimento, come i tassi di apertura e i tassi di click-through, per valutare l’efficacia delle tue campagne.
    • Adatta i tuoi contenuti in base al comportamento del destinatario, premiando gli abbonati impegnati con contenuti rilevanti e preziosi.
  4. Segmentazione e Personalizzazione:
    • Sfrutta il potere della segmentazione per consegnare contenuti mirati e personalizzati a specifici segmenti di pubblico.
    • La personalizzazione va oltre l’aggiunta del nome del destinatario; coinvolge la comprensione delle loro preferenze e la consegna di contenuti che risuonano con i loro interessi.
  5. Responsive Design:
    • Ottimizza i tuoi modelli email per una visualizzazione ottimale su vari dispositivi. Un’esperienza senza intoppi e visivamente accattivante migliora l’engagement dell’utente e influisce positivamente sulla consegnabilità.
    • Testa le tue email utilizzando diversi client email e dispositivi per garantire una visualizzazione coerente.
  6. Feedback Loop:
    • Stabilisci feedback loop con i principali ISP per ricevere notifiche sulle segnalazioni di utenti. Agisci prontamente su queste notifiche per affrontare problemi sottostanti e mantenere una reputazione positiva del mittente.
    • Utilizza i dati del feedback loop per identificare potenziali trappole di spam e adotta misure correttive per prevenirne incontri futuri.
  7. Monitoraggio e Analisi:
    • Implementa sistemi di monitoraggio robusti per tracciare le principali metriche di consegnabilità. Utilizza strumenti come dashboard di consegnabilità email, test di posizionamento nella casella di posta e servizi di monitoraggio della reputazione.
    • Analizza regolarmente i report sulla consegnabilità e adatta le tue strategie in base alle informazioni apprese da queste analisi.
  8. Email Transazionali e Trigger:
    • Assicurati che le email transazionali e triggerate, come conferme d’ordine o reimpostazioni password, abbiano un’infrastruttura di invio dedicata e ottimizzata
    • Questi tipi di email spesso hanno tassi di engagement più elevati, influenzando positivamente la tua reputazione come mittente.
  9. Test e Ottimizzazione:
    • Abbraccia una cultura di test e ottimizzazione continua. Test A/B linee dell’oggetto, contenuto delle email e tempi di invio per identificare le strategie più efficaci per il tuo pubblico.
    • Aggiorna regolarmente la tua infrastruttura di invio per allinearla alle migliori pratiche del settore e agli standard email in evoluzione.
  10. Collaborazione con i Provider di Servizi Email (ESP):
  • Stabilisci solide partnership con fornitori di servizi email affidabili. Scegli un ESP che dia priorità alla consegnabilità e fornisca funzionalità robuste per migliorare le tue campagne.
  • Collabora con il tuo ESP per rimanere informato sugli aggiornamenti, sulle migliori pratiche e sulle tendenze emergenti nel panorama della consegnabilità delle email.

Come gestiamo l’Email Deilverability sulla piattaforma multicanale inTouch

email_deliverability_anti_spam_check_intouch_multichannel_platform

Nel penultimo step trovi un riepilogo dei controlli effettuati sul tuo template e una legenda che spiega il significato dei colori corrispondenti ai messaggi di errore:

  • Rosso: sono errori bloccanti, non ti permettono di proseguire con l’invio della newsletter. Sarà sufficiente tornare allo step precedente e correggere quanto segnalato.
  • Giallo: il sistema evidenzia le parti che ti suggerisce di correggere poiché potrebbero influenzare l’esito della campagna, ma puoi comunque proseguire con l’invio.

Ecco il dettaglio dei controlli effettuati:

  • Elementi obbligatori: da inserire necessariamente nel template, altrimenti l’invio risulterà inibito:
    • Link di visualizzazione online: per permettere la visualizzazione della newsletter all’interno di un browser.
    • Link di disiscrizione: per fornire la possibilità di disiscriversi dalla lista dei contatti, è sufficiente inserire un link alla pagina di disiscrizione.
    • Link di aggiornamento preferenze: per consentire l’aggiornamento delle proprie preferenze in merito alla ricezione delle campagne.
  • Elementi consigliati: è preferibile inserirli per ridurre il rischio che l’email venga segnalata come SPAM e per migliorare la propria deliverability:
    • Presenza delle informazioni di contatto nel footer: le informazioni di contatto e il promemoria sul consenso firmato dai destinatari vanno ricordati per prevenire false segnalazioni di spam.
    • Link scritti per esteso: è sempre meglio che i link siano inseriti come collegamento ipertestuale, collegato ad una o più parole.
    • Presenza di testi espliciti: è bene evitare contenuti che possano urtare la sensibilità degli utenti, ad esempio i riferimenti alle droghe, che possono compromettere la deliverability.
    • Presenza di testi sconsigliati: alcuni termini (es. “sconto”, “gratis”,marketing”, “100%”,“$”) sono dei campanelli di allarme e, se presenti nel testo, fanno sì che i client di posta considerino la tua mail come SPAM. È consigliabile trovare delle alternative o ridurre al massimo la loro presenza.

Nel passo successivo, e finale, puoi visualizzare un riassunto della newsletter realizzata e decidere se inviarla subito o pianificarla impostando fuso orario, data e ora.

Scegli il momento adatto per inviare sulla base dei tuoi obiettivi e delle preferenze del pubblico.


Diventare un virtuoso della Consegnabilità delle Email richiede una comprensione meticolosa della danza intricata tra competenza tecnica e saggezza strategica. Padroneggiare le pratiche descritte sopra ti posiziona come un esperto direttore d’orchestra, conducendo campagne che navigano senza sforzo il complesso terreno del posizionamento nella casella di posta.

Ecco perché in rdcom abbiamo figure verticali formate in questo settore, come l’Email Deliverabiliy Expert, che supporta i nostri sistemi per fornire il miglior servizio possibile di email marketing e transazionale.

Ricorda, l’Email Deliverability non è una destinazione statica; è un viaggio in continua evoluzione in cui apprendimento e adattamento continuo sono le chiavi del successo a lungo termine. Che le tue email trovino la strada per le ambitissime caselle di posta, stabilendo la tua reputazione come maestro nel campo della Consegnabilità delle Email.

Registrati sulla Piattaforma Multicanale inTouch e
sblocca il potere dell’email marketing per il tuo business!

Le potenzialità della comunicazione multicanale per raggiungere i tuoi obiettivi commerciali, in un solo strumento.

Condividi

Articoli correlati